Ottobre, cinque libri alla radio

L’autunno è iniziato a pieno ritmo. Sono tornata con la trasmissione “I libri del mercoledì”, su Radio Proposta in blu e che cosa abbiamo ascoltato in radio lungo tutto questo mese?

📚 Negli studi di Aosta abbiamo inaugurato la seconda stagione de I libri del mercoledì, il 2 ottobre, con “Il guardiano della collina dei ciliegi” di Franco Faggiani, uscito per Fazi. Tutto è partito da un pezzo giornalistico che Faggiani avrebbe dovuto scrivere, ad attirare la sua attenzione è stato il tempo di Shizo Kanakuri,
maratoneta olimpico che, dopo una serie di vicissitudini e incredibili avventure, ottenne il tempo eccezionale di gara di 54 anni, 8 mesi, 6 giorni, 5 ore, 32 minuti e 20 secondi. Da qui parte il romanzo di Faggiani a metà strada fra la storia e la suggestione. Shizo Kanakuri ad un certo punto della gara olimpica di Stoccolma, fa perdere le sue tracce e qui è entrato in gioco l’estro creativo di Franco Faggiani che ha tratteggiato “il guardiano della collina dei ciliegi”.

📚 Nella prima puntata in assoluto de I libri del mercoledì (settembre 2018) avevo esordito raccontando “Come ombra che declina” di Antonio Muñoz Molina, 66thand2nd. Un libro che mi ha folgorato. Non potevo quindi non parlare de Il vento della luna”, uscito per sempre 66thand2nd e tradotto da Maria Nicola. Nel piccolo paese di Magina, ai margini della Spagna, un ragazzino, nella sua stanza legge “Viaggio al centro della Terra”, tutto intorno a lui le riviste che raccontano dell’impresa sapaziale, finendo per fantasticare di essere lui stesso uno degli astronauti che stanno per posare il piede, per la prima volta, sulla Luna. Mentre l’uomo poserà il suo piede sul suolo lunare, il ragazzino dimenticherà il luogo in cui vive, dettato sempre dagli stessi gesti, da un’immobilità secolare, maturando in lui, quasi inconsapevolmente un imprevedibile cambio di rotta. Cresce, in quei giorni, una nuova determinazione, quel cambiamento portato dal vento che dalla Luna spira verso la Terra. La recensione completa la puoi leggere su LuciaLibri.

📚 Dal Giappone è arrivato un altro romanzo del maestro del noir, Matsumoto Seichō, considerato da molti il Simenon giapponese. Dopo Tokyo Express (Adelphi), che mi era piaciuto moltissimo, Matsumoto Seichō torna con un intricato caso di cronaca, tradotto da Gala Maria Follaco.
Un giovane maestro elementare è stato accusato di omicidio e rischia di essere condannato alla pena di morte. La sorella, la ragazza del Kyūshū, giunge dopo 20 ore di treno, a Tokyo per incontrare Atsuka, uno degli avvocati più noti del paese, con l’intenzione di affidargli il caso, certa che solo un legale del suo calibro potrà dimostrare l’innocenza del fratello. Tuttavia, colpi di scena, sensi di colpa e una trappola costruita abilmente fra le righe, faranno sì la verità venga a galla. Ne ho parlato su MilanoNera.

📚 Ho lanciato un appello sui social con l’hashtag #traducetela, perché amo molto Hanne Ørstavik, ma ahimè ad oggi solo due dei suoi quattordici romanzi sono stati tradotti. Amore (Ponte alle Grazie) è uno di questi. Ho incontrato Hanne Ørstavik nel corso del Salone del Libro di Torino per un’intervista e ho scoperto che la nascita di questo romanzo è coincisa con la nascita di sua figlia. “Ho sentito urgente la domanda: come posso essere sicura che lei sappia che io la amo? Come possono le parole esprimere ciò che dicono e non essere vuote?”, ha confessato l’autrice. E le domande che scaturiscono dalla lettura di questo romanzo sono davvero tante. La mancanza di legami, il senso di famiglia, la paura di esporsi, di rimettersi in gioco e il bisogno di essere amati sono alcuni dei temi affrontati dall’autrice norvegese nel suo romanzo. La recensione completa la trovate qui.

📚 Abbiamo concluso il mese di ottobre, mercoledì 30, con un libro dedicato alla mia città, Torino. Alessandra Chiappori ha scritto Torino di carta, uscito per l’editore siciliano Il Palindromo, una guida alla città attraverso gli autori che l’hanno prediletta, raccontata e auscultata. Quartieri, vie, palazzi che sono diventati la sceneggiatura per narrare una città in evoluzione. Autori di ieri (Calvino, Pavese, Fruttero e Lucentini, per citarne alcuni) e di oggi (Frascella e Pandiani, Culicchia e Remmert, ma anche Paola Cereda e tanti altri) che non mancano di suggestionare i loro lettori con i propri sguardi sulla città.

I libri del mercoledì è il nome di questo blog, ma anche una trasmissione radiofonica in onda tutti i mercoledì, alle 10:05, su Radio Proposta in blu.